#SIRIPARTE con il patrimonio artistico e la cultura - Un anno dopo


Ti trovi in: Home > News

Al via i lavori di realizzazione della Ciclovia della Conca reatina 24/11/2008

La Provincia di Rieti ha deciso di realizzare una Ciclovia di circa 42 chilometri che unirà i Comuni che insistono nella Conca Reatina. Oggi è stato presentato l'inizio dei lavori (appaltati all'impresa Francucci Srl di Macerata) del primo anello di circa 20 chilometri della pista ciclabile che permetterà già dalla prossima primavera ai reatini e ai turisti che arriveranno all'ombra del Terminillo di poter immergersi in quella natura incontaminata che fu fonte d'ispirazione anche per San Francesco d'Assisi. L'importante infrastruttura è stata presentata questa mattina dal presidente della Provincia, Fabio Melilli, dall'assessore alle Infrastrutture, Rufino Battisti, e dai sindaci di Rieti e Contigliano, Giuseppe Emili e Nella Melchiorri.
"La Provincia ha deciso di investire in questa importante opera circa un milione e ottocento mila euro messi a disposizione dalla Regione Lazio - ha spiegato Melilli - evitando di frammentare tale finanziamento in mille rivoli per interventi che, seppur di indubbia validità, sicuramente non avrebbero potuto garantire prospettive di sviluppo e di crescita paragonabili. La Ciclovia, infatti, oltre a rispondere ad un bisogno più volte evidenziato dai cittadini, si inserisce organicamente nelle molteplici azioni messe in campo dall'Amministrazione provinciale - ha aggiunto - per garantire al territorio un solido e armonioso sviluppo turistico. Basti pensare alla complementarità tra questa pista ciclabile e il Cammino di Francesco. La Ciclovia potrà essere un'ulteriore attrattiva non solo per i fedeli che arriveranno a Rieti per visitare i luoghi francescani, ma anche per tutti gli altri turisti che potranno godere appieno delle bellezze ambientali che la Conca reatina offre, addentrandosi, ad esempio, nella Riserva dei Laghi Lungo e Ripasottile in bicicletta e perché no, a piedi, oppure - ha proseguito il presidente della Provincia - scoprendo la ruvida bellezza dei borghi che vi insistono. Una volta completato anche il secondo anello da 22 chilometri, da Rieti si potrà raggiungere Cantalice, Poggio Bustone, Rivodutri, Colli sul Velino, Greccio e Contigliano. Non bisogna dimenticare che sarà una strada dove i genitori potranno portare i propri figli in assoluta tranquillità e sicurezza, essendo la Ciclovia completamente inibita al traffico, veicolare e grazie ad essa - conclude - i reatini potranno scoprire, o forse riscoprire, scorci incantevoli troppo spesso dimenticati".
La Ciclovia si svilupperà principalmente su piste rurali e strade vicinali di proprietà comunale. Nella scelta del percorso sono stati privilegiati gli aspetti della sicurezza, della fruibilità e della valorizzazione del contesto naturalistico e paesaggistico. In alcuni tratti verranno sistemate le strade già esistenti. Nelle strade secondarie, già pavimentate, interessate da traffico locale molto marginale, per le quali si rende necessario il solo rifacimento del tappetino di usura, è prevista la bonifica dalla vegetazione e il ripristino della massicciata stradale e degli strati di collegamento. Per le strade interessate da traffico più sostenuto, per le quali si rende necessaria la distinzione dei traffici veicolare e ciclabile, saranno apposti cigli spartitraffico invalicabili. Mentre per i tratti di nuova costruzione si utilizzerà la fresatura vegetale e stabilizzazione a calce di argille, una procedura che ridurrà l'impatto ambientale in fase di realizzazione e di manutenzione. Una ulteriore lavorazione, presente in entrambi le tipologie, quelle di nuova realizzazione e la sistemazione di strade già esistenti, è costituita dalla colorazione della pavimentazione stradale con vernici ecologiche a base di acqua del colore della gamma delle terre naturali, che viene realizzata per migliorare l'inserimento nel contesto ambientale, per motivi di sicurezza e per garantire l'orientamento del ciclista lungo il percorso. Per garantire una maggiore sicurezza agli utenti della pista ciclabile in corrispondenza degli attraversamenti a raso di strade urbane ed extraurbane saranno installate bande sonore su entrambe le carreggiate, mentre nei tratti accanto a strade trafficate saranno installati marker stradali che producono luce retroriflessa di alta intensità e cartelli per segnalare agli utenti la presenza di intersezioni e il conseguente pericolo di uscita mezzi.
Il progetto prevede, infine, la realizzazione lungo il tracciato di due aree di sosta e ristoro, piantumate con alberi ad alto fusto, che saranno dotate di tavoli pic-nic in legno con panche integrate, rastrelliere per la sosta delle biciclette, bacheche per l'esposizione di mappe indicanti il percorso, cestini per i rifiuti e fontanelle di acqua potabile.
Rieti, 24 novembre 2008

Tutte le news